22 Giugno 2019

Festival San Gregorio - IV EDIZIONE

22 Giugno 2019

1 Maggio 2019 2019 0

  

22 Giugno ore 21,00

Annelore Storz, soprano
Laura Manescalchi,
flauto traverso
Simona Bertini,
arpa

Accademia Europea della Musica di Erba

Il concerto si terrà presso l’Oratorio di San Gregorio

Un concerto che alterna brani pre-barocchi e celtici con composizioni in stile neo-gotico e contemporaneo. L’Amore e il ritorno alla Natura sono i temi principali del Programma Musicale: ogni composizione +è brevemente introdotta dalle musiciste per condurre il pubblico in un universo di sonorità sorprendenti.

Programma

Anonimo, Spagnoletta
Douce dame jolie – Guillame de Machaut 
Quand je bois du vin clairet – Clément Janequin
David of the white rock – Anonimo
The butterfly Jig – Anonimo
La licorne – Laura Manescalchi
La sirena – Laura Manescalchi
The Mermeid’s Song – Anonimo
Greensleeves – Anonimo
Moon dream – Laura Manescalchi
Sally’s Garden – Anonimo
Se l’aura spira – Girolamo Frescobaldi
O’Carolan Concerto – Turlough O’Carolan
Vittoria, vittoria – Giacomo Carissimi
Free my heart – Laura Maneschi

Annelore Storz, soprano, nata a Stoccarda ha iniziato giovanissima gli studi di Pianoforte, Canto e
Danza classica e moderna. Ha intrapreso successivamente lo studio del Canto presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di
Firenze dove si è diplomata sotto la guida di Maria Grazia Germani. Contemporaneamente ha seguito i corsi di Musica da Camera con Liliana Poli. Si è poi perfezionata nel repertorio liederistico ed oratoriale con Erik Werba e Paul Schilawsky, nel
repertorio operistico con Gino Bechi, Anastasia Tomaszewska e Alfredo Kraus. Il suo repertorio operistico ed oratoriale spazia dal Rinascimento ai Contemporanei. Nel suo repertorio di musica da camera hanno particolare rilievo la Liederistica tedesca, francese e spagnola. Svolge regolare attività concertistica collaborando con Enti Lirici partecipando a Rassegne e Festival
in Italia e all’estero. Oltre alla sua attività concertistica si dedica all’ insegnamento del canto, dalle tecniche di base al
perfezionamento delle voci avviate all’ attività professionale che l’istruzione di cantanti amatoriali. Collabora con cori e complessi cameristici in qualità di assistente vocale. Grazie ad uno studio approfondito delle problematiche della voce, svolge attività di rieducazione della fonazione al fine di ottenere un utilizzo ottimale della voce sia nel parlato che nel cantato.


Laura Manescalchi è flautista, compositrice e didatta e promuove la musica come arte e strumento
per la conoscenza di sé. Ha iniziato lo studio del flauto a 12 anni. Dopo aver terminato il curriculum di studi classici ed essersi
diplomata in Flauto al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze ha conseguito la Laurea in Musicologia all’Università di Cremona. Ha inoltre conseguito con 110 e lode il Biennio di Perfezionamento in Flauto presso l’Istituto di “Alto Perfezionamento Musicale” Mascagni di Livorno. Ha frequentato Masterclasses con: Konrad Kelmm, Peter-Lukas Graf, Irena Grafenauer, Angelo Bartoletti, Stefano Agostini, Nicola Mazzanti. 

Svolge attività di concertista sia come solista che in gruppi da camera. Ha suonato per numerose rassegne musicali, spettacoli teatrali e per iniziative culturali, partecipando a numerosi Festival. Ha suonato in prestigiose sedi: in Firenze Saloncino della Pergola, Palazzo Pitti, Teatro Romano di Fiesole, Teatro Puccini, Palazzo Borghese, Teatro dei Rozzi di Siena, Sala Guido Monaco (Camaldoli, AR), Sala Hlahol di Praga, Coningsby Gallery di Londra, Chiesa di San Giovanni a Venezia. Ha suonato per ICaMus e per l’Università di Firenze per la diffusione della musica americana dell’Ottocento e del Novecento, progetto a cura dalla Prof. Aloma Bardi. Ha partecipato all’Orchestra dell’Istituto Mascagni di Livorno.

Ha insegnato per i Corsi pre-accademici presso l’Istituto Mascagni di Livorno e ha avuto la cattedra di Musica presso l’International School of Florence. Ha tenuto il corso di Orchestra di Flauti presso l’Associazione MusicArea con i Maestri Mazzanti e Marasco e svolge regolarmente un’intensa attività didattica presso l’Accademia fiorentina MusicArea. Ha insegnato presso lo Stage internazionale di Tarascon nel Sud della Francia e ha avuto la docenza di Flauto presso i Corsi Internazionali
UmbriaClassica a Norcia (2016) e a Chianciano (2017). E’ presidente e fondatrice dell’Associazione Culturale MusicArea che dal 1997 organizza Corsi, Seminari, Concerti ed eventi in collaborazione con il Comune di Firenze e con la Comunità Europea.
Premi Nel 2013 ha vinto il premio per le Arti sezione musica dell’Università Bocconi e nel 2016 il Premium
International Seven Star – Firenze per la sezione Musica.


Simona Bertini si è diplomata in arpa classica al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze e successivamente ha studiato con i Maestri Judith Liber e Lisetta Rossi. Ha collaborato con diverse orchestre toscane fra le quali Orchestra Città Lirica, Orchestra Sinfonica di Firenze, Operafestival. Suona in diverse formazioni cameristiche. Nel 2008 ha conseguito la Laurea in arpa celtica al Conservatorio “a. Steffani” di Castelfranco Veneto e successivamente si è perfezionata con le arpiste irlandesi Grainne Hambly e Kathleen Laughnane. Copn il Duo Eumusìa (arpa e flauto) ha suonato alla Biblioteca Lazzerini (Prato-Nov 2010) e al
Teatro Magnolfi, Prato nell’ambito della rassegna “Nuova scena Toscana” (Teatro Metastasio) nell’Aprile 2011.

Con il “Celtic Harp Ensemble” gruppo di arpe celtiche di cui ha fatto parte ha partecipato a Festival internazionali di musica celtica come Celtica (Valle d’Aosta) e Rencontre International de la Harpe di Dinan (Bretagne) ed. 2004. Ha inciso il Cd “Celtic harp Sound”. Ha fatto parte del gruppo Shallott Road, il gruppo tributo a Loreena McKennitt e del gruppo Theena Shee con cui esegue musica tradizionale irlandese e scozzese per arpa con lettura di poesie e testi della letteratura mitologica irlandese.
Svolge intensa attività suonando sia come solista che in diverse formazioni da camera per occasioni di vario genere, quali cerimonie religiose e civili, momenti funebri, meetings, presentazione di libri di poesia, cocktails, inaugurazioni, mostre o banchetti, esibendosi nei musei, alberghi e ville più prestigiose di Firenze e della Toscana.